Valutazione attuale:  / 4
ScarsoOttimo 

Stabio VS Arosio 2 – 1

Comincia con una vittoria sofferta la stagione dei ragazzi di Mister Daniele.

L’Arosio non è la squadra dell’anno scorso, molti volti nuovi arrivano dalla compagine del Malcantone 2, ma lo stile di gioco non è mutato, aggredire il portatore di palla e lanci lunghi nella speranza che qualcosa accada.

E qualcosa accade dopo neanche 5 minuti di gioco, con un gol che arriva proprio su un’azione confusa scaturita da un calcio di punizione degli ospiti che concretizzano la prima (e unica) chance della partita.

1 a 0 Arosio.

I successivi 30 minuti sono solo di stampo casalingo. Ma vuoi per la forma atletica ancora non al top, vuoi per i 5 nuovi innesti che devono ancora trovare i giusti automatismi, la nostra fase offensiva risulta troppo leggera e sterile. Da segnalare 2 punizioni di Russo, sventate senza grossi patemi dal numero 1 avversario.

Dalla nostra fascia sinistra arrivano le azioni pericolose, con Nestasio che non da tregua alle retrovie dei Malcantonesi. Proprio dai piedi di Nestasio parte il calcio d’angolo che riporta in parità la partita.

Il gol lo sigla il nuovo acquisto Pilaro, bravo a trovarsi al posto giusto al momento giusto, sfruttando un’uscita fuori tempo del portiere e insaccando la palla a 0 metri dalla porta.

1 a 1 e fine primo tempo.

La seconda frazione inizia esattamente seguendo il copione della prima. Stabio padrone del campo e Arosio pronto a colpire di contropiede. Gli animi si scaldando e il gioco diventa duro. Siamo anche sfortunati, colpiamo un clamoroso palo con Russo, sempre nel vivo del gioco. Poco dopo Nestasio viene steso in area, rigore solare. Dal dischetto Facchiano calcia bene ma il portiere è più abile di lui intuisce e para. Capitan futuro non si demoralizza e continua a giocare come sa, prendendosi anche un giallo per un’entrata in ritardo sui piedi di un avversario.

Mister Daniele inserisce forze fresche, cercando di trovare il jolly dalla panchina, ma è ancora dagli undici metri che arriva la nostra occasione, minuto 33, cross in area e fallo di mano, rigore (questa volta non solare come il primo). Sul dischetto va un glaciale Nestasio, gol e bacio d’amore alla maglia.

2 a 1 Stabio.

Un Arosio mai domo cerca negli ultimi minuti di riportarsi avanti e trovare il pareggio ma Bianchi e Durini alzano il muro aiutati da uno Chenel molto sicuro e che mai si fa sorprendere.

Partita finita, quello che più conta a oggi sono i 3 punti, la forma fisica e il bel gioco arriveranno certamente considerando lo spessore della rosa che hanno in mano quest’ anno Mister Daniele e Mister Combi.

 

 

Pagelle:

CHENEL 6.5: Sicurezza tra i pali e ottimo nel gioco coi piedi, per ora parla poco in campo per essere un portiere, ma è solo questione di tempo ed esperienza.  GARANZIA

CHERUBIN 6: Gioca i primi 45 minuti, però non riesce a spingere come sa fare. Ordinato in fase difensiva ma da lui ci si aspetta molto di più anche in fase offensiva. La vacanza a Ibiza è ancora fresca. GIUSTIFICATO

IMBROGNO 7: Il giovane ci sa fare e dimostra una grande lucidità di movimenti, al centro della difesa gestisce ciò che gli arriva con lui gli avversari la vedono poco. TALENTO

BIANCHI 6.5: Si sbatte, lotta, ringhia, picchia ma non da mai l’impressione di andare sopra le righe. Giocatore di categoria elevata al momento imprescindibile per la squadra. THE WALL

REGGI 6.5: Nel primo tempo sbaglia troppi appoggi elementari, nel secondo si rifà e continua a viaggiare sulla fascia sinistra dando sempre l’impressione di poter far male. Appena entrerà in forma sarà imprendibile. PENDOLINO

SACCO 6: Gioca con una contrattura che gli limita molto sgroppate e lanci ai compagni, si fa male anche al ginocchio durante la partita, è comunque ordinato e preciso nelle giocate, ovvio che da lui ti aspetti la differenza. Tiene duro fino al 65esimo, poi il mister lo toglie per precauzione. TENACE

BIONDELLI 6.5: Gioie e dolori di Mister Daniele, è uno splendore con la palla tra i piedi, dribbla gli avversari come fossero birilli, avesse un po’ più di grinta non ci sarebbe bisogno di toglierlo dopo 50 minuti. Rientra (arrabbiato) e aiuta la squadra a portare a casa i 3 punti. GIOCOLIERE

FACCHIANO 6.5: in campo da l’anima, sprona i compagni e stuzzica gli avversari. Sbaglia un rigore ma come cantava De Gregori “non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”. 90 minuti di grinta e passione. LEONE

PILARO 6.5: Fa il gioco sporco della punta, apre gli spazi, sgomita con la difesa, gioca d’appoggio e in più fa gol, se il buon giorno si vede dal mattino Mister Daniele può dire di aver trovato quella punta che non aveva. GRANATIERE

RUSSO 7: Gioca su tutto il versante offensivo e torna a dare una mano in mediana, quel 10 sulle spalle non gli pesa e non gioca come se fosse tale, meglio per tutti perché tiene in scacco sempre un paio di avversari. Sfortunato nel colpire un palo. SPIRITATO

NESTASIO 7.5: Il migliore oggi, letteralmente una spina nel fianco degli avversari che lo abbattono a più riprese, i compagni lo cercano ripetutamente e lui non si tira mai indietro. Torna anche dietro la meta campo per difendere … segna e mette lo zampino nel pareggio. È un po’indietro con gli addominali si dovrebbe adeguare alla squadra… IMPRENDIBILE

Dalla panchina:

RUESS 6: da lui difficilmente si passa, bene anche tecnicamente, è sempre una garanzia. EVERGREEN

RAMA 6: Non morde come il cobra sa fare, complice probabilmente anche l’arrivo tardivo al campo. Però fa a spallate li davanti come se non ci fosse un domani, se gioca al meglio delle sue condizioni diventa letale. SPENSIERATO

CEREGHETTI 6.5: Da notare una chiusura all’80esimo in un contropiede dell’Arosio, ferma tutto quello che passa dalle sue parti e gioca con diligenza. Ci è mancato. MARTELLO

CORTESI 6.5: Il mezzo punto in più se lo merita per una chiusura aerea al centro area che togli la palla dalla testa dell’avversario, senza di lui sarebbe stato probabilmente pareggio. Ha il merito di entrare ed essere in partita, non evidente per lui… SVEGLIO

DURINI 6.5: Quando stoppa ed esce palla al piede dall’area sembra il miglior Bonucci, poi il controllo di palla non è sempre dei migliore e martella manco fosse Montero.Se la cava comunque sempre bene. BORDERLINE

SCARPAZZA 6: L’arbitro gli leva un gol regolare, fa un paio di rulete che mandano in visibilio il pubblico di Montalbano, esce ed entra di continuo dalla partita. Avesse continuità sarebbe inamovibile. FANTASISTA

PESCIALLO 10: Presente agli allenamenti, sempre il primo a dare una mano in campo e fuori, soprattutto a finire i fusti di birra, uomo vero prima che giocatore. INDELEBILE

   

 

 

 

 

   

   
© Football club Stabio web Hosting Digital Code Chiasso