Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Stabio - Campionese 4-3 (2-0).

LA RICORSA CONTINUA - BATTUTA LA CAPOLISTA

Come la curva di Ambri potremmo cantare "siamo ancora quà....".
Ci siamo ancora anche noi nella lotta per la promozione, siamo coscienti che dobbiamo vincere le prossime quattro partite ma "siamo ancora quà", con una squadra finalmente coesa, dove "giovani" ed "anziani" si integrano alla perfezione e nessuno si tira indietro.
La partita di cartello di questa settimana era sicuramente Stabio-Campionese, e partita vera, palpitante, aperta fino al 78° è stata.
Già al giovedì precedente si era capito che la squadra ci teneva, si sono infatti viste all'allenamento facce desuete....
Inoltre la Campionese odierna per staff tecnico e supporters sembrava una succursale del Ligornetto e questo ha aumentato la determinazione.
La capolista si presenta senza il capitano Silvio Enrique, vittima di un grave infortunio, peccato è sempre bello vederlo giocare, AUGURI SILVIO.
Pronti via e si capisce che sarà una partita dai tanti gol: traversa sfiorata dallo Stabio, rigore "forse" negato alla Campionese, salvataggio in extremis di Riky, gol del Cobra dopo azione orchestrata dai "vecchietti" Danilo e Cece.
E qui inizia un'altra partita, partita che si protrarrà fino alla fine:Campionese costanetemente in avanti ma piuttosto imprecisi e noi veloci nelle ripartenze a sfruttare la bocca da fuoco "SuperCar".
Il nostro centravanti si presenta in campo dopo una nottata particolare, ha compiuto 21 anni e la tribù cui appartiene ha un rito di iniziazione alla maggiore età perlomeno anomalo: "il festeggiato viene percosso senza che questi possa reagire", lui che già è di carattere fumantino non vedeva l'ora di sfogarsi ed ha scelto come bersaglio il portire della Campionese.
Nel primo tempo lo castiga due volte, ma la seconda l'arbitro gli nega il gol per un molto presunto fuorigioco.
Verso il 30° azione significativa che da sola rappresenta la partita "l'ex Stefano" riesce a portarsi vicino alla porta, sulla riga di fondo, Ricky lo fronteggia, sembra un duello western, stefano cerca con gli occhi qualche compagno al centro, Ricky aspetta la prima mossa dell'avversario, Stefano non trova nessuno, Ricky aspetta proteggendo il palo, pochi istanti ma sembrano una eternità, poi la punta della Campionese calcia ma il nostro cerbero devia sulla rete esterna, da lontano illusione ottica del gol in realtà solo calcio d'angolo.
Da segnalare che nel primo tempo deve uscire dal campo malconcio "il Biondo" speriamo non sia nulla di grave.
Alla ripresa del gioco, malgrado i "vecchi" sapessero quanto fossero importanti i primi minuti ci facciamo "incravattare" sulla linea di fondo dal temutissimo ex "Stefano l'australiano" che si beve Nicholas ed un paio d'altri serve palla al centro e becchiamo il gol del 2 a 1.
La CampionLigornettese esulta a bordo campo e sprona i suoi alla ricerca del pareggio.
Ma "SuperCar" ne ha prese troppe la sera prima, deve vendicarsi con qualcuno, e cosi con una bordata delle sue riporta a due i gol di vantaggio poi, per non farsi mancare nulla, colpisce anche un palo.
La Campionese continua a spingere e trova il secondo gol in mischia, il clan "CampionLigornettese" ci crede ancora, ma un marchiano errore del loro portiere su innocuo tiro da lontano chiude definitivamente la partita.
Bravi tutti, il redattore della gazzetta degli allievi A attribuisce il titolo di "man of the match", dovremmo premiare tutti come "man of the macht", ognuno ha svolto il proprio compito al meglio.
Peccato per qualche cartellino di troppo, quello di Genf particolarmente pesante anche se inevitabile...
Sabato ci giochiamo la promozione, scontro diretto in quel di Arogno, sul lillipuzziano campo dell'Arogno, ci sarà da soffrire ancora di più, ma abbiamo un solo risultato a disposizione

   

 

 

 

 

   

   
© Football club Stabio web Hosting Digital Code Chiasso