Valutazione attuale:  / 3
ScarsoOttimo 

Vacallo Vintage - Stabio 2-3 (1-0)

CRONACA SURREALE DI UN QUASI GRAN PREMIO AUTOMOBILCALCISTICO

Malgrado le corse in circuito siano proibite in Svizzera dal 1955  si è corsa a Vacallo una singolare corse tra auto locali ed auto messe a disposizione dai garage di Stabio.
Il noto ed affermato pilota di Stabio Graziano non se la sente di partecipare ad una corsa clandestina e con una scusa rimane a casa..
Il circuito di Vacallo è piccolissimo per cui i sosfisticati marchingeni aereodinamici e le finissime messe a punto dei motori hanno poco effetto, meglio affidarsi alla robustezza dei telai ed alla potenza dei motori.
Ne è a conoscenza il capo meccanico di Vacallo che durante la settimana ha strigliato a dovere tutti i tecnici della concessioniaria VW dell'Adorna, tutti tranne uno, che di nascosto ha modificato l'elettronica dei motori vacallesi affinchè non reggessero per tutti i 90 giri.
Pronti via e già al settimo giro un auto Vacallese si porta in testa, grazie ad un buon sorpasso ma anche grazie ad un problema alla trasmissione dell'auto di Miro, che mestamente rientra ai box, chiude il box a chiave e perde la chiave...
La gara rimane accesa, combattuta, numerosi sorpassi nelle retrovie ma in testa sempre un'auto Vacallese.
non essendo abituati a circuiti piccoli con curve strettissime i bolidi giallo neri non scelgono mai le traiettorie giuste e tutti i tentativi di sorpasso risultano inefficaci.
Si giunge cosi senza troppi scossoni al 45° giro, dove da regolamento, la giuria impone un Pit Stop generale.
Volendo è possibile sostituire delle auto/piloti e il capo team McD ne aprofitta per buttare nella mischia il focoso pilota Andrea detto "SuperCar".
Riparte la gara, invertendo il senso di marcia.
Le auto giallonere con le nuove gomme si trovano meglio, solo "SuperCar" ha problemi di aderenza, le sue slick sul fondo umido non reggono la potenza e spesso va in derapata.
verso il 60° giro inizia la fase concitata del gran premio.
L'esperto pilota Russo, preso in prestito dalla mercedes, crea lo spazio per "SuperCar" che non aspetta altro e porta il muso alla pari dell'auto vacallese, seguono un paio di giri dove le autovetture viaggiano appaiate, poi al 62° giro un auto di Vacallo sbuca da una gruppone e si riporta in testa.
Peccato, il pubblico di fede giallo nera teme un'altra sconfitta dopo quella inopinata sul circuito di Isone, ma non fa i conti con "supercar".
Al 67° giro, sul lato sinistro della pista, SuperCar slitta e sbanda, l'auto vacallese non ne aprofitta e SuperCar, raddrizzandosi velocemnte con una accellerazione lunghissima, compie un sorpasso da cineteca  riportando il muso del team di Stabio alla pari.
Negli ultimi giri inizia ad evidenziarsi la manomissione occulta alle centraline avversarie, le auto vacallesi non sono più cosi brillanti, spesso in debito di potenza faticano a reggere gli assalti degli ospiti.
Si giunge cosi al 87° giro, dove il pilota della mercedes Danilo Russo riesce a portarsi in testa, un auto vacallese, "estrema ratio" lo tampona da dietro facendolo uscire di pista.
La giuria irremovibile espelle l'auto Vacallese e da regolamento concede un giro a "pista libera" al team di Stabio.
SuperCar senza difficoltà fa segnare il record sul giro e porta finalmente in testa i colori gialloneri.
Gli ultimi tre giri sembrano non finire mai ma infine cala la bandiera a scacchi e McD riassapora il gusto della vittoria.
Un plauso a tutti ed una menzione per i due piloti esordienti Fasetti ed Imbrogno

   

 

 

 

 

   

   
© Football club Stabio web Hosting Digital Code Chiasso