Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Rapid Lugano 2 - Stabio 3 - 4  (2-2)



Una partita che può essere raffigurata con un gruppo di bambini che giocano sul "bilzo-balzo", litigano fra loro e il maestro non riesce a calmare, anzi ad onor del vero li innervosisce ulteriormente.
Giocano a "bilzo-balzo" perchè la partita ha avuto uno svolgimento altalenante: prima davanti noi, poi loro, poi ancora noi, poi quasi raggiunti.

Le scorse partite avevamo elgiato l'operato degli arbitri, sappiamo che siamo in 5° lega e non possiamo aspettarci Busacca, ma ieri la giacchetta nera ha veramente faticato, nel senso fisico del termine, ed ha adottato un metro di giudizio anchesso simile al "bilzo-balzo", specialmente sui fuori gioco a volte era "in dubio pro reo", a volte il contrario.
A noi sono stati fischiati forse 15 fuori gioco, molti reali ma tanti inesistenti, la velocità delle nostre punte che, pur partendo regolarmente, si trovavano subito 5 metri oltre i difensori traeva sempre in inganno l'arbitro che puntualmente fermava l'azione.
Per non parlare di due evidenti falli da rigore commessi su Stefano.
Tantè la partita l'abbiamo vinta comunque ma il clima di nervosismo generale ci ha nuociuto, i nostri giocatori più "infiammabili" ne hanno subito le conseguenze, mister Marcello è riuscito con un cambio a quietare Rudi ma nulla ha potuto con Willy che si è beccato due gialli senza commettere un fallo.
Veniamo alla partita, si gioca sul bel sintetico di Cornaredo, orario anomalo ma clima stupendo.
Su questo fondo regolare le nostre due punte Ale e Stefano dovrebbero andare a meraviglia, in effetti Stefano è una costante spina nel fianco della difesa avversaria, gli è mancato solo il gol.
Al centro del tridente di attacco Marcello sceglie Gargiulo e ci prende subito.
Al 5° calcio d'angolo per noi , si avventa Robbia che devia la palla verso la porta, Gargiulo è li in zona e sospinge in rete, un gol da opportunista, un gol tipico di Gargiulo.
La partita sembra in discesa, abbiamo altre occasioni sempre fermate per presunti o reali fuorigioco dall'arbitro, ma su un contropiede un attaccante del Rapid arriva solo davanti alla porta; Lorenzo compie un vero miracolo e devia il pallone, poi inizia ad inveire con i compagni di reparto per la disattenzione, ma la palla non è uscita è ancora in gioco ed un attaccante del Rapid batte Lorenzo sul primo palo.
Inizia il clima di nervosismo, viene ammonito un giocatore del Rapid per "eccesso di complimenti verso l'Altissimo".
Su un calcio d'angolo becchiamo un gol di testa.
Marcello capisce che la difesa non è concentrata e sostituisce Andrea con Donato, togliendo centimetri ma aumentando l'esperienza.
Poi anche Willy si ricorda che è qualche giorno che non recita le preghiere e si esercita in salmi ad alta voce, l'arbitro non apprezza ed ammonisce il nostro centrale.
Prima della fine del tempo raddrizziamo la partita con una bella azione, la difesa del rapid cura particolarmente le nostre ali e Genf, lanciandosi al centro si ritrova a tu per tu con il loro portiere e lo batte.
Pausa che dovrebbe calmare gli animi.
Marcello si accorge che Rudi ha un contenzioso verbale con la punta luganese più grande e più giovane di lui e saggiamente decide di lasciare il "toscanaccio" in panchina a raffreddarsi entra al suo posto Jari.
Ad inizio ripresa in duo d'attacco si scatena e nel giro di pochi minuti realizziamo due gol, sempre su azioni di Stefano che mette al centro dalla destra una volta Ale ed una volta ancora Gargiulo portano il risultato sul 2 a 4.
Sembra finita, marcello inizia a pensare alle sostituzioni per evitare ammonizioni inutili, ma su un lancio un giocatore del Rapid si trova  nettamente in fuori gioco, l'arbitro non vede, e questi trafigge l'incolpevole Lorenzo.
Willy non ci stà ed esprime ripetutatmente il suo dissenso al direttore di gara, questi per un po' fa finta di non sentire, poi decide che ne ha abbastanza ed ammonisce Willy, giallo + rosso.
Siamo in 10, mancano 20 minuti al termine, al centro della difesa si piazzano i "sacco brothers", entrano Giuse e Mario a dar man forte al centrocampo.
Soffriamo ma neanche poi tanto... Stefano si sfianca per tenere la palla nell'area avversaria, ed in una delle sue scorribande serve a Mario la palla del 3 a 5 ma questi sbaglia clamorosamente.
Comunque resistiamo fino al triplice fischio.
Sapevamo che malgrado la classifica non sarebbe stato facile vincere a Lugano, abbiamo buttato al vento molte occasioni, ma abbiamo vinto, peccato per l'espulsione di Willy che gli farà saltare il big match contro la capolista Sonvico.
Lo scorso anno una partita come questa l'avremmo persa, ora grazie anche ad una rosa più ampia possiamo ovviare ad eventuali giornate no di alcuni ragazzi.
Domenica incontro al vertice, ultima partita del girone di andata, siamo in corsa per la promozione, tutti i ragazzi sono invitati ad evitare i capannoni di San Martino la vigilia dell'incontro

   
© Football club Stabio web Hosting Digital Code Chiasso