Articoli

STELLA CAPRIASCA  3  -  FC STABIO 0
 
INIZIO DA INCUBO, UNO-DUE DOLOROSO, SECONDO TEMPO MIGLIORE DEL PRIMO
MA RECUPERO SOLO ABBOZZATO - DEA BENDATA PRATICAMENTE CIECA...
 
Premessa:  il commento della gara e' volutamente scarno come scarno e' risultato il gioco espresso...
 
Sabato 9 novembre 2019 - seconda trasferta consecutiva in quel di Tesserete (sintetico) contro una compagine quadrata e veloce, temperatura gelida come gelida e' l'entrata in materia dei nostri:   
 
5 minuto:  calcio d'angolo ben tirato (teso)  incornata dell'attacante locale e rete nell'angolo alla sinistra del portiere
10 minuto rilancio da meta' campo palla che spiove al limite dell'aria altra incornata del medesimo attaccante Capriaschese e             pallonetto frescofresco alle spalle di Christofer......
2 a 0 e la partita parte in salita
Siamo un po' tutti gelati!   i ragazzi in campo, la panchina, il nostro pubblico e il presidentecronistatifososegnalinee.....
Ma non si molla, cerchiamo di reagire ma siamo timidi, molli e anche un po' imprecisi....loro viaggiano in sesta marcia...
noi siamo in quarta...(non divisione...)
Pazienza... ben presto con il passare dei minuti ci si rende contro che la serata e' storta e il recupero un miraggio....
Finisce il primo tempo 2 a 0, con poche occasioni da rete e quasi sempre sfortunati nelle azioni sottoporta.
Durante la pausa si discute su un possibile recupero nella ripresa..ma pronti via e dopo 4 minuti la partita e' definitivamente
persa:  frittatone difensivo e palla in rete.  3 a 0 con la temperatura a scendere ulteriormente...
Meriteremmo il gol della bandiera ma la sorte e' proprio avversa e non riusciamo a concludere granche'.
Dopo tre vittorie filate incappiamo in questa serataccia, ora manca una partita casalinga (Campionese) speriamo di concludere bene questo girone d'andata.  FORZAA!!!
 

vittoriosi nel fango...

leggi la gazzetta

si esce mestamente dalla coppa....Piango

leggi la microgazzetta

GRAVESANO/BEDANO  1   STABIO  4
 
FORMAZIONE MOLTO GIOVANE, BUONI I TRE PUNTI, BUONO L'MPEGNO, CAMPO PESSIMO E GIOCO COSI/COSI
 
Premessa:  il vostro cronista prima della partita era preoccupato ascoltando i commenti tipo "vinciamo facile" ecc.ecc.
 poi con l'inizio della gara le preoccupazioni sono svanite...
 
Sabato 2 novembre 2019 (!) trasferta a Gravesano a sfidare il fanalino di coda del girone inchiodato sul fondo ad 1 punto...
sulla carta partita semplicesemplice....ma non si sa mai...
 
Non piove ma quasi... campo gramo e nostra formazione veramente baby! di che esser fieri del lavoro svolto negli allievi.
 
 
Si parte:
5 minuto bella azione sulla sinistra palla ad Hatmir che cerca il tiro "piazzato" quasi a colpo sicuro ...fuori di pochissimo.
10 minuto calcio d'angolo dei padroni di casa ben battuto e pericoloso, testa dell'attaccante e palla fuori di un soffio.
12 bel tiro di Pilaro e buona risposta del cerbero locale in calcio d'angolo che pero' non porta nulla.
GOL 22 imo azione manovrata di Hatmir apertura all'accorrente Zanardi che brucia tutti e fa 1 a 0.
GOL 23 imo megapasticcio della difesa del Gravesano interviene Pilaro "the fox" che indovina l'incrocio dei pali  2 a 0.
GOL 39 imo dopo 15 minuti di "nulla" ne esce il classico tiro del...sabato.  Da 20 metri parte un tiretto etto etto che inganna il buon Christofer assumendo una traiettoria malefica: portiere in tuffo a destra e pallone nel sacco a sinistra...2 a 1.
41 imo  gran tiro di Scarpazza da 40 metri e portiere "miracoloso"...peccato... sul 2 a 1 si lotta e si soffre
Allo scadere del tempo bella discesa di Zanardi (oggi il migliore..) palla ad Hatmir che "papereggia" forse saturo della tripletta della scorsa settimana, e non ne esce nulla...
PAUSA con inizio di pioggerellina leggera ma insistente....
Inizia il secondo tempo, bella punizione di Zanardi, il portiere smanaccia sulla traversa...peccato!
51 minuto della ripresa....dormiamo e qualcuno dal pubblico urla "svegliaa".....
60imo primi cambi fuori Cortesi e Hatmir e dentro Reggi e Tedde...l'eta' media scende ulteriormente...
63imo dopo un buon quarto d'ora di fatica Pilaro ci porta sul 3 a1 gran passaggio di chi?? Zanardi...
70imo esce Scarpazza che omaggia l'arbitro di turno di un "complimento" eccessivamente lusinghiero...rosso e siamo in 10...
entrano Brusa e Gasparetti entrambi 99...l'eta' media ora e' veramente bassa....
alla mezz'ora del 2 tempo bella punizione di Pippo fuori di un soffio...loro sono piuttosto alla corde...il campo ora fradicio non aiuta....
ulteriore cambio: esce Iari, entra Edo, ora il più vecchio in campo è Pippo 1996 !! su 10 giocatori ben 8 sono della "cantera"
85imo attacchiamo noi con veemenza, loro sono morti...batti e ribatti in area e zampata vincente di Simone Tedde 2001 dal vivaio...
Si termina tutti soddisfatti per una partita comunque in bilico per 60 minuti. Buona prestazione di tutti con una menzione particolare per Fabio "ovunque" Zanardi entrato in quasi tutte le azioni importanti della partita.
 

Stabio – Rovio 3-0

Il Montalbano non è più terra di conquista per il Rovio, dopo anni in cui venivamo sempre sopraffatti dalla maggior agonismo dei BiancoRossi, il 2019 ha sancito una inversione di tendenza.

Prima il roboante 6-1 della scorsa primavera, ieri un secco 3-0 che non lascia adito a nessuna discussione.

Per questa importante partita interna mister Danilov mantiene la struttura della squadra che ha vinto a Lema, effettuando solo una democratica rotazione a centrocampo.

Nel primo tempo andavamo a cento all’ora, Valentino e Zanardi, con la loro tecnica e velocità, portavano costantemente pericoli al limite dell’area avversaria dove Pila e Hatmir facevano a spallate con i difensori del Rovio.

Come logica conseguenza ci siamo trovati sul 2 a 0 dopo solo 12 minuti grazie ad una doppietta di Hatmir.

Il Rovio, ovviamente, ha cercato di reagire e la partita è diventata più equilibrata, comunque sempre molti gol mancati dalle nostre punte e un solo grande spavento per un tiro a Chris battuto salvato sulla linea da capitanLeo.

Poi arriva il terzo gol di Hatmir.

Il Rovio cerca con la forza della disperazione di rientrare prima della pausa ma un onnipresente Iari dice a tutti che oggi non si passa: prima salva sulla linea, poi si prende un giallo per evitare un’azione pericolosa.

Termina il primo tempo con un netto e meritato 3 a 0 per lo Stabio.

Al rientro in campo subiamo 10/15 minuti di assedio del Rovio, minuti dove Christofer, pur senza fare parate impossibili, dimostra di essere presente e concentrato.

Passata la sfuriata iniziale gli ospiti capiscono che c’è poco da fare, il morale è sotto i piedi e la benzina scarseggia.

Ci si trascina senza eccessivi scossoni fino al fischio finale di un ottimo arbitro “Micio”

Sembra che la squadra stia finalmente iniziando a prendere coscienza dei propri mezzi, le rotazioni di Danilov danno spazio a tutti i giocatori, tutti si sentono inclusi nel “progetto” e, in campo, si percepisce questa unità d’intenti.

Avanti così guardando la prossima partita contro il fanalino di coda Gravesano-Bedano, una vittoria sabato prossimo ci porterebbe a ben 12 punti dalla zona retrocessione.

guarda il pagellone

un pari che lascia l'amaro in bocca ad entrambe le squadre.

abbiamo patitoun paio di assenze importanti...

leggi la cronaca ferroviaria

LEMA  3   STABIO  4
 
TRE 3 TRE PUNTI DI PLATINO!!
LA VITTORIA DEL CUORE NEL PANTANO DI BANCO
 
Premessa:  il vostro cronista prima della partita avrebbe sottoscritto un risultato di pareggio....
 
Domenica 20 ottobre 2019 piove da 24 ore e ci si reca (inaspettatamente..) a Banco a sfidare la capolista fin qui sempre vincente,
loro 6 partite 18 punti 17 gol fatti 6 subiti, Giove pluvio e' concentrato a fare il suo...comunque si gioca!
 
Pronti via, primi 10 minuti guardinghi e di studio poi una fiammata dalla sinistra, cross di Pippo e incornata di Zanardi 1 a 0 per noi.
Altri 3 minuti e altra incornata questa volta di Hatmir il pallone esce di parecchio...
Il Lema corre e spinge ma si infrange contro la nostra baby-difesa finora solida e sicura.
Siamo al 19mo minuto battiamo una punizione a centrocampo la sfera sorvola la linea difensiva del Lema e arriva a Zanardi (ancora lui..) che con un tocco di fino realizza il 2 a 0. Quelli del Lema continuano a correre ma ora ridono di meno..
Passano si e no 3 minuti e la mediana di casa pasticcia come non mai: rimpallo a nostro favore e Pilaro lesto come un falco insacca con un tiro preciso alla sinistra del portiere.  
3 a 0  per noi dopo una ventina di minuti....il vostro cronista stenta a crederci ed anche il gruppo dei tifosi di casa sembra ipnotizzato...
L'allenatore del Lema e' indiavolato e al trentesimo opera tre sostituzioni una per reparto almeno per suonare la sveglia ai suoi.
Mossa vana perche' al 35imo ci procuriamo una punizione dai trenta metri:  batte Facchiano, tiro farlocco (Ceroni dixit) e palla che incoccia su uno stinco in barriera: portiere a destra pallone a sinistra e 4 a 0 per noi dopo ca, 35 minuti!!
Ora piove molto forte sulle teste dei giocatori di casa, mentre sopra i nostri splende il sole...
Loro comunque non mollano e tra il 40imo minuto e la fine del tempo sfiorano la rete: prima con un colpo di testa solo sfiorato da Zacc che termina all'incrocio e poi viene spazzato via, poi con una manovra velocissima che porta l'attaccante a tirare a colpo sicuro: Zacc batturo ma Reggi Junior respinge sulla linea, azione finita? macche' la sfera termina tra i piedi del giocatore meno tecnico del Lema che a porta sguarnita spara oltre le reti di recinzione....
Termina cosi il primo tempo sul risultato di 4 a 0 per noi!!  Chi vi parla non crede hai propri occhi ma e' tutto vero...
Abbiamo segnato 4 reti ad una squadra che in sei partite (tutte vinte..) ne aveva subiti 6!  il gioco del calcio e' veramente il piu' bello del mondo!!
Ma il difficile deve ancora arrivare....i muri dello spogliatoio del Lema tremano di brutto,,, e loro sembrano proprio non mollare.
5 minuti del secondo tempo colpo di testa nella nostra area, breve respinta e stavolta e' 4 a 1.
Loro attaccano in 14...sono veloci e determinati a voler rientrare in partita ma noi ci difendiamo con ordine. Si spera e si soffre.
Minuto 62 calcio d'angolo, capannello di giocatori in area, batti e ribatti, deviazione fortunosa e...4 a 2.
Sembriamo al corde ma teniamo molto bene alla fine ora manca una mezz'oretta...molto molto calda.
Il campo tiene ma e' sempre piu' pesante riusciamo a difenderci con ordine anche grazie a tutti i giocatori schierati dal mister,
Cere subisce un infortunio alla caviglia, Gaspa becca colpetti mica da poco e Bettoni vola su spintoni non indifferenti, ma il risultato non cambia.
Poi a 2 minuti dalla fine (recuperi esclusi) anche l'arbitro ci mezze lo zampino: Pilaro ritornato in difesa contende una palla "sporca" all'attaccante che nel tentativo di tirare colpisce in pieno il piede del nostro giocatore: classico rumore di una scarpata
ma anche fischio dell'arbitro che decreta un rigore "impossibile".... capannello attorno alla giacchetta rossa ma ormai la decisione e' presa e 4 a 3...
Il campetto di Banco sembra il Maracana' il buon pubblico di casa urla e schiamazza e tutti (..i loro) credono nel clamoroso pareggio. Mancano 2 + almeno 3/4 minuti di recupero noi siamo alle corde e piove....ma la giacchetta rossa, memore del rigore inventato, allo scoccare esatto del 90imo fischia la fine: tripudio giallonero e parapiglia di giocatori allenatore e staff del Lema attorno all'arbitro,  zero minuti zero di recupero gli son sembrati un po' troppo pochi....
Tutto e' bene quel che finisce bene!  Anche le coronarie del cronista sono salve.
Oggi abbiamo imparato che nel calcio non bisogna MAI dare per scontato nulla, tutti possono battere e perdere da tutti.
Ma la nostra squadra ha dimostrato di poter giocarsela con tutti e oggi lo spirito di gruppo ci ha permesso di portare a casa tre punti di platino.
Un bravissimi a tutti e' senz'altro strameritato!!!
 

Stabio – Ceresio 0-0

Finalmente un pareggio a reti inviolate!!

Era un risultato che attendevamo da tempo, meglio vincere ovviamente, ma aver tenuto la propria porta inviolata contro una compagine che annovera giocatori che hanno militato tra i professionisti, è sintomo di una raggiunta maturità di tutta la fase difensiva.

A tutti è parso evidente come si sia fatto un passo in avanti nel lungo processo di maturazione e autostima di una squadra composta da tanti giovanissimi.

Ieri giocavamo con 4 ragazzi in età da allievi A.

Ora il lavoro per il duo “Danilov-Brut Pitt” sarà quello di rendere più incisivo l’attacco, purtroppo non tiriamo mai, vogliamo sempre arrivare in porta con la palla, e così non si segna.

Il mister vara un inedito 4-3-1-2 con Zanardi libero di svariare per tutto il fronte d’attacco come piace a lui.

in difesa ad Arben si concede un po’ di riposo schierando dal primo minuto un ottimo Fasetti.

Squadra equilibrata che ha ribattuto colpo su colpo ad una compagine composta da giocatori esperti e molto “ruvidi”.

Nel primo tempo abbiamo anche segnato con Stefano ma il “logorroico” arbitro ha annullato per fallo di mano, nel secondo ottima occasione per Botti che, temendo di dover rincorrere la palla fino in piazza, non ha osato calciare al volo da sotto porta, ed ha cincischiato troppo.

Comunque i due portieri praticamente inoperosi per 90 minuti.

Anzi no molto meno di 90 perché l’arbitro, forse per giustificare la maggior spesa generata alle asfittiche casse della società, venendo da Cresciano si sono aggiunti 30 fr di trasferta.., ha pensato bene di intercalare il gioco del calcio con conferenze  su argomenti vari con quasi tutti i giocatori ed allenatori, rigorosamente rispettando la “par condicio” tra le due squadre, fatto stà che eravamo sempre fermi, forse si sono giocati 60 minuti su 90…

Un bel 10 minuti si sono persi per lo spelling del cognome di P come Palermo, I come Imola, T come Torino, T come Taormina, O come Otranto, N come non rompere più …

Il tutto ripetuto due volte perché in realtà l’arbitro non era certo di aver capito correttamente.

Doteremo gli allenatori di targhetta riconoscitiva, o anche di microchip.

A bordo campo abbiamo rivisto due vecchie conoscenze:

  • il mitico Willy Bocchi, venuto appositamente da Monza per erudire l’allievi B/C Ceppi e consegnargli il testimone  di “mister giallo”
  • la storica “guardia del corpo” di Mike, il tipico mediano cantato da Ligabue : Edo che questa settimana riprenderà ad allenarsi, ottimo acquisto

guarda galleria fotografica gentilmente messa a disposizione da “grinta!!!”

P.S. il presidente ed il guardialinee erano assenti, quindi il "porta sfortuna" è uno di loro Risatona

Altri articoli...

  1. Allievi B - 12.10.2019
   

 

 

 

 

   

   
© Football club Stabio web Hosting Digital Code Chiasso