Articoli

Arosio – Stabio 0-1 (0-0)

Il generale Russo Danilov 1° con il fido scudiero Martino e lo stratega ottomano Osman ha condotto le sue truppe a conquistare, nell’alto Malcantone, la roccaforte di Arosio.

È stata una battaglia aspra, rude anche se fortunatamente incruenta, nessuna delle due fazioni ha mai vacillato, mai si è arroccata in difesa ma entrambe hanno conteso ogni singolo metro nel minuscolo campo di Arosio.

L’abbiamo spuntata noi con il solito lampo di scaltrezza ed agilità di Stefano che, per l’ennesima volta, si è fatto abbattere in area di rigore, rigore trasformato con freddezza da Facchia.

Ai punti avremmo comunque meritato di più noi, il prode cerbero di origini moresche Christofer ha compiuto un solo intervento difficile, ben altro lavoro è toccato al portiere di casa.

Al fischio finale lo zar Victor tira un sospiro di sollievo: "la prima è andata bene, i tumulti di piazza sono per ora scongiurati".

La mano del generale Danilov già si intravvede, squadra equilibrata e difesa sempre attenta.

La vera novità è l’innesto a centro campo del fratello piccolo e pallido di James Harden, tal Matteo Harden detto “il barba”, con autorità ha dato equilibrio al centrocampo, chiudendo dappertutto, incitando e consigliando tutti i compagni, giovani o anziani che fossero, ma per lui sono sempre giovani…

Ne hanno tratto giovamento anche i colleghi navigati Gra e Genf, figuriamoci i giovani.

Altra rientro in grande stile quello del Cere che più che un aviatore sembrava una contraerea, dalle sue parti non passava nulla.

Oltre le lodi ai singoli va segnalato un ottimo atteggiamento di tutti i titolari, delle riserve entrate in corso d’opera, di quelli che non hanno potuto giocare ed anche dei febbricitanti e tisici che hanno accompagnato la squadra in altura confondendo il campo di Arosio con il Kurhaus di Cademario.

Domenica ci attende la seconda di 9 finali, quella contro il Porza che, sorpreso in casa dal rapid si gioca al Montalbano le ultime speranze di promozione.

Sarà un’altra battaglia.

   

 

 

 

 

   

   
© Football club Stabio web Hosting Digital Code Chiasso